VALORIZZAZIONE DELLA NATURA E DELL'AMBIENTE

ISEA ONLUS ... VOLONTARI PER PASSIONE

Ambiente ed Ecologia

Bonifica di cava Ranieri e cava Pozzelle 1 (Sari) a Terzigno

Comunicato stampa del 3 agosto 2012

Finalmente parte concretamente il piano di bonifiche nell’area vesuviana.

Dopo il partenariato convocato dalla Regione Campania per il Piano di bonifiche che presto approderà in Consiglio regionale al quale abbiamo partecipato con le nostre controdeduzioni in parte accolte, stamane si è svolta presso il Ministero dell’Ambiente a Roma, a cui abbiamo chiesto e ottenuto di partecipare, la Conferenza dei servizi per l’intervento di bonifica  del Sito di Interesse Nazionale (SIN) Aree del Litorale vesuviano e sue subperimetrazioni, riguardante in particolare e per gran parte l’area vesuviana di Terzigno con il distretto delle discariche Pozzelle (Sari), al fine di acquisire i relativi pareri di competenza e di caratterizzazione per la definizione dei progetti.

Coltivare l'insalata in vaso

Come coltura l’insalata risente molto delle alte temperature e necessita d’irrigazioni regolari e non eccessive. Il mese di agosto è particolarmente adatto per il trapianto delle piantine d’insalata: recatevi nel vostro vivaio di fiducia e comprate alcune piantine. Il nodo più importante da sciogliere, se si decide di coltivare la verdura sul proprio balcone è quello del vaso. La profondità necessaria per consentire alla pianta di crescere adeguatamente è pari a 30 cm. La lunghezza potrà variare a seconda delle piante che intendete sviluppare. Un vaso rettangolare lungo 60 cm è adatto, ad esempio, per la crescita di tre cespi al massimo.

Nuove regole per l'etichettatura energetica degli elettrodomestici e non solo

di Maria Antonietta Giffoni - Fonte: Nextville

Con un anno di ritardo, l'Italia ha finalmente recepito la Direttiva Ue sulle norme per l'etichettatura del consumo energetico degli elettrodomestici e di altri prodotti connessi all'uso di energia.

L'Unione europea ha cominciato a disciplinare l’etichettatura energetica partendo dai grandi elettrodomestici (elettrodomestici bianchi) con la Direttiva 92/75/Cee.

Nel corso degli anni, la Direttiva 92/75/Cee ha subito diverse e sostanziali modifiche. In occasione di nuovi rimaneggiamenti, volti ad ampliare l’ambito di applicazione, è stata emanata la Direttiva 2010/30/Ue - Norme sull'etichettatura del consumo energetico degli elettrodomestici e di altri prodotti connessi all'energia.

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2012: si aprono le iscrizioni

Dopo il successo della scorsa edizione torna la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (dal 17 al 25 novembre 2012). Il comitato promotore italiano dà il via alle iscrizioni: c'è tempo fino al 15 ottobre. Novità di quest’anno l’istituzione del Premio Nazionale Italiano. Il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini: "Il Ministero si sta già prodigando per cercare di adottare quanto prima un piano nazionale della prevenzione" 

Hotel/Ristoranti Rifiuti Zero...in attesa di Hospital Rifiuti Zero

Importante e originale iniziativa di Zero Waste Italy che in accordo con Federalberghi Capri e l'Associazione Una Stella per l'Ambiente ha prodotto un protocollo "Hotel/Ristoranti Rifiuti Zero" col qualificato sponsor del Centro ricerca RZ di Capannori e con la Rete nazionale RZ.

Sagra dello struzzo, gli animalisti di Venganch’io annunciano la protesta a San Francesco

«No alle sagre dell’arroganza». È il grido di indignazione degli animalisti cavesi. Anche quest'anno purtroppo – secondo il gruppo Venganch’io Cavese -, presso il convento di San Francesco e Sant'Antonio di Cava de'Tirreni si terrà la sagra dello struzzo. E anche in questa edizione l'associazione animalista cavese ‘Venganch'io’ sarà presente durante la prima serata di sabato (21 luglio, ndr) per protestare contro il perdurare di questa sagra, nonostante le polemiche e gli incidenti dello scorso anno, e per informare i cittadini sull'alternativa vegetariana e vegana ad un'alimentazione onnivora, un'alimentazione salutare e rispettosa di tutti gli esseri senzienti. I membri del gruppo Venganch’io sentono di dover lasciare alcune parole ai cittadini. 

Considerazioni sui risultati dello studio ISPRA circa lo stato dell’Ambiente in Italia

di Francesco Girardi

Ing. ambientale Capannori (LU)

L’ ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - http://www.isprambiente.gov.it/it), in un recente studio,

valuta in 100 ettari giornalieri il quantitativo di superfici libere di nuovo suolo occupato da opere in cemento e asfalto come strade, rotonde, raddoppi autostradali, allargamenti, centri commerciali, nuove edificazioni abusive e non, tanto da raggiungere il 6% dell’intero territorio nazionale ormai impermeabilizzato.

Il rapporto pone la lente d’ingrandimento su un effetto ambientale devastante indotto da questo fenomeno sulle nostre coste che si chiama erosione costiera e dovuto all’avanzamento del mare nell’entroterra costiero (in media valutabile in alcune decine di metri annuali fino a centinaia di metri annuali per i grandi corsi d’acqua).

Apple esce dal sistema di certificazione ambientale Epeat 1

La Apple ha annunciato l’uscita dal sistema di certificazione ambientale Epeat 1, per questo l’amministrazione di San Francisco si appresta a boicottare l’acquisto dei suoi prodotti. La guerra che sta per partire sullo sfondo delle certificazioni ambientali arrecherà più un danno di immagine che economico all’azienda di Cupertino. Nel 2010 la spesa totale del municipio di San Francisco per laptop e computer “griffati” con la mela non ha superato infatti i 46 mila dollari a fronte di profitti per 11,6 miliardi.

Danno ambientale - Quando un'associazione ambientalista può costituirsi parte civile?

Autorità: Cass. Pen.
Data: 23/05/2012
n. 19437

Le associazioni ambientaliste sono legittimate a costituirsi parte civile quando perseguano un interesse non caratterizzato da un mero collegamento con quello pubblico, bensì concretizzatosi in una realtà storica di cui il sodalizio ha fatto il proprio scopo: in tal caso l’interesse all’ambiente cessa di essere diffuso e diviene soggettivizzato e personificato. Il danno risarcibile secondo la disciplina civilistica può configurarsi anche sub specie del pregiudizio arrecato all’attività concretamente svolta dall’associazione ambientalista per la valorizzazione e la tutela del territorio sul quale incidono i beni oggetto del fatto lesivo. In tali ipotesi potrebbe identificarsi un nocumento suscettibile anche di valutazione economica in considerazione degli eventuali esborsi finanziari sostenuti dall’ente per l’espletamento dell’attività di tutela.

"Il Vesuvio all'improvviso esploderà con una potenza mai vista".

Il Vesuvio all'improvviso esploderà con una potenza mai vista". Una previsione sconvolgente quella del prof. Flavio Dobran della New York University, che non può passare inosservata e sotto silenzio. Viene la pelle d'oca a leggere l'ipotetico scenario che potrebbe venirsi a creare, e visto che nei secoli scorsi si sono verificate potenti eruzioni, capaci di fare migliaia di morti in uno scenario in cui la densità demografica era nettamente inferiore, c'è davvero poco da scherzare. 

Abbiamo cercato ulteriori notizie sul professore autore di questa apocalittica previsione, Flavio Dorban, descritto ovunque con un bravo professionista: aspetto che rende ancora più preoccupante la questione. Dobran ha redatto persino 2 libri sul Vesuvio. Delle sue previsioni ne parlano anche Silvestro Giannantonio e Aniello Sammarco in un lungo e articolato "Speciale Vesuvio" di cui consigliamo la lettura a coloro che vogliono approfondire la questione. 

Sarebbe opportuno - vista la gravità dello scenario ipotizzato dal prof. Dorban - che le istituzioni italiane - sia l'INVG che il governo - si esprimano sulla questione, riferendo ai cittadini: non possiamo credere che previsioni di questa gravità, provenienti da uno stimato docente universitario, siano passate inosservate, e sarebbe doveroso da parte delle istituzioni fornire delucidazioni ai cittadini,ma questo comporterebbe un'assunzione di responsabilità che sicuramente - visto la posta in gioco - eviteranno accuratamente. Molto strano anche il fatto che i mass media abbiano rinunciato in massa ad interessarsi di una questione con la quale i nostri "cacciatori di sensazionalismo" sempre a caccia di scoop sarebbero potuti andare a nozze, visto che il tema sicuramente suscita grande interesse nell'opinione pubblica, ed in particolare ai milioni di cittadini che vivono nell'area napoletana. Se ci fosse un parlamentare con le PALLE, sarebbe opportuno presentare un'interrogazione e chiedere spiegazioni in merito al premier e al ministro, costringendoli a prendere posizione. 

Alessandro Raffa per nocensura.com

CONTINUA  A LEGGERE

SALVIAMO LA TERRA - PIANTIAMO UN ALBERO

SALVIAMO LA TERRA - PIANTIAMO UN ALBERO

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa. Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa.  Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

BATTIPAGLIA DICE NO

BATTIPAGLIA DICE NO

PREVENIRE I CAMBIAMENTI CLIMATICI

PREVENIRE I CAMBIAMENTI CLIMATICI

SODALIS CSV SALERNO

SODALIS CSV SALERNO

CSV NET

CSV NET

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU YOUTUBE

SEGUICI SU YOUTUBE
isea-onlus.png
089---spot.png
isea-onlus---contatti.png
091---5x1000-2020.png
002-logo-png.png

ISEA Onlus - Come passi il tuo tempo

o.png
isea-onlus---note-legali.png
isea-onlus---privacy-policy.png
062---faq.png