VALORIZZAZIONE DELLA NATURA E DELL'AMBIENTE

ISEA ONLUS ... VOLONTARI PER PASSIONE

Attività culturali

SRM e Sistema Moda

moda-2015

Il 21 maggio SRM presenta a Napoli la ricerca sul Sistema Moda

Il ciclo di studi - Un Sud che innova e produce - che verte sull'analisi delle eccellenze del tessuto economico meridionale e italiano,si sofferma quest'anno sulla filiera abbigliamento.

La ricerca sarà presentata il 21 maggio prossimo dalle 9.30 alle 13.00 presso la Sala delle Assemblee del Banco di Napoli in Via Toledo 177.

La ricerca mette in luce il valore della Moda per lo sviluppo economico del territorio analizzando il ruolo dell’Italia nel contesto internazionale ed europeo, la rilevanza delle relazioni produttive tra le imprese, i l posizionamento del Mezzogiorno nella filiera nazionale ed infine l’importanza dei principali driver di competitività per affrontare le sfide future quali la logistica, l’innovazione e l’internazionalizzazione. L’esame dei dati disponibili è stato affiancato da una indagine territoriale e da un Focus group composto dagli imprenditori del settore per affiancare, all’analisi degli aspetti funzionali ed operativi, i fattori strategici su cui puntare per il futuro. 

5 per mille 2015: iscrizioni on line fino al 7 maggio

Scritto da Clara Capponi

Fonte: cvsnet

Le associazioni hanno tempo fino al 7 maggio per iscriversi al nuovo 5 per mille. L'Agenzia delle Entrate con la circolare n. 13/E ha dettato la tabella di marcia del nuovo istituto, che la legge di stabilità ha definitivamente stabilizzato. I fondi da destinare ammontano a 500 milioni di euro. La redazione di Infocontinua Terzo Settore un instant book con faq e info utili.

Facebook: un sistema per piantarci nella testa molti semi di idee altrui

di Guido Mastrobuono - 10/03/2015  -  Fonte: Arianna editrice

Apriamo Facebook e scorriamo le notizie che il sito ci mette davanti: non si tratta delle ultime notizie ed, in fondo, non si tratta nemmeno delle notizie più interessanti.

Solo pochi stregoni riescono ad aver ragione del proprio profilo per controllare ciò che scorre davanti ai loro occhi.

In ogni caso, si tratta solo di un istante: le notizie, dopo poco, riprendono a scorrere nell’ordine deciso da Zuckenberg e compagni.

Ci vuole rispetto per le bambine ed i bambini

ATT00031

La protezione della salute dei bambini dagli effetti dell’inquinamento ambientale è una priorità di sanità pubblica” (Epidemiol Prev 2014;38 (2) Suppl); per questo motivo i medici hanno il dovere di pronunciarsi, per tutelare i pazienti ed i cittadini da quello che sta accadendo e che è stato definito un vero e proprio “attacco alla biosfera” o “attacco al creato” perpetrato tramite l’immissione negli ecosistemi di oltre 100000 nuove molecole chimiche, non presenti in Natura fino a 50 anni fa, derivanti per lo più dalla produzione industriale e determinanti il CARICO CHIMICO GLOBALE cui i corpi biologici sono quotidianamente sottoposti. Secondo un rapporto dell’Agenzia Americana di Protezione Ambientale (EPA) si stima che su oltre 3000 composti chimici di natura organica prodotti o importati in quantitativi superiori alle 450 tonnellate, solo per il 7% di essi erano disponibili dati di tossicità generale completi ed esaustivi

(http://www.epa.gov/hpv/pubs/general/hazchem.htm). 

Le parole cambiano i colori

ecoline di Anna Cassarino

Anche noi umani, come le piante e gli animali, comunichiamo attraverso i colori e da loro siamo influenzati.

Che le parole influenzino la percezione dei colori, è la scoperta più sorprendente. Sono stati fatti studi ed esperimenti per provare quanto il linguaggio che usiamo agisca sulla nostra capacità di vederli e distinguerli. Una verifica di grande interesse è stata fatta presso l’etnia degli himba in Namibia, che definiscono il cielo nero, mentre uniscono nella stessa parola l’azzurro e il bianco. Un solo vocabolo vale al tempo stesso per alcuni tipi di verde, il rosso ed il marrone, mentre un altro riunisce diversi toni di verde ed il blu. Un altro ancora definisce insieme il rosso, il blu, il viola ed il verde scuro. Usano più definizioni per ciò che è maggiormente utile, come ad esempio il verde, dato che indica le piante vive, indispensabili per il nutrimento del bestiame. Perciò hanno vari termini a seconda delle sue sfumature.

INQUINAMENTO E TUMORI, MA DAVVERO AMMALARSI E’ SOLO SFORTUNA ?

Articolo tratto dal Fatto Quotidiano vai al sito

Di recente ha trovato ampio spazio sulla stampa italiana e sui media in generale un articolo di due ricercatori pubblicato su una prestigiosa rivista (Science) nel quale si sosteneva che il cancro è dovuto essenzialmente alla sfortuna (“bad luck”). Verrebbe spontaneo rispondere che certamente nascere in prossimità di siti inquinati, essere esposti a pesticidi, emissioni di inceneritori, centrali a carbone, acciaierie o altre amenità è certamente “una sfortuna”, ma non era questo che intendevano gli Autori né tantomeno i media che con grande risalto hanno ripreso la notizia.

Infatti il messaggio arrivato al grande pubblico è che la principale causa del cancro è la casualità, ovvero “la sfortuna” e che pertanto politiche di prevenzione primaria, riduzione dell’inquinamento o idonee scelte di vita, non siano poi più di tanto importanti.

 

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa. Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa.  Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

BATTIPAGLIA DICE NO

BATTIPAGLIA DICE NO

SODALIS CSV SALERNO

SODALIS CSV SALERNO

CSV NET

CSV NET

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU YOUTUBE

SEGUICI SU YOUTUBE
isea-onlus.png
009-5x1000-png.png
isea-onlus---contatti.png
002-logo-png.png

ISEA Onlus - Come passi il tuo tempo

o.png
isea-onlus---note-legali.png
isea-onlus---privacy-policy.png
062---faq.png