VALORIZZAZIONE DELLA NATURA E DELL'AMBIENTE

ISEA ONLUS ... VOLONTARI PER PASSIONE

Attività culturali

SRM e Sistema Moda

moda-2015

Il 21 maggio SRM presenta a Napoli la ricerca sul Sistema Moda

Il ciclo di studi - Un Sud che innova e produce - che verte sull'analisi delle eccellenze del tessuto economico meridionale e italiano,si sofferma quest'anno sulla filiera abbigliamento.

La ricerca sarà presentata il 21 maggio prossimo dalle 9.30 alle 13.00 presso la Sala delle Assemblee del Banco di Napoli in Via Toledo 177.

La ricerca mette in luce il valore della Moda per lo sviluppo economico del territorio analizzando il ruolo dell’Italia nel contesto internazionale ed europeo, la rilevanza delle relazioni produttive tra le imprese, i l posizionamento del Mezzogiorno nella filiera nazionale ed infine l’importanza dei principali driver di competitività per affrontare le sfide future quali la logistica, l’innovazione e l’internazionalizzazione. L’esame dei dati disponibili è stato affiancato da una indagine territoriale e da un Focus group composto dagli imprenditori del settore per affiancare, all’analisi degli aspetti funzionali ed operativi, i fattori strategici su cui puntare per il futuro. 

5 per mille 2015: iscrizioni on line fino al 7 maggio

Scritto da Clara Capponi

Fonte: cvsnet

Le associazioni hanno tempo fino al 7 maggio per iscriversi al nuovo 5 per mille. L'Agenzia delle Entrate con la circolare n. 13/E ha dettato la tabella di marcia del nuovo istituto, che la legge di stabilità ha definitivamente stabilizzato. I fondi da destinare ammontano a 500 milioni di euro. La redazione di Infocontinua Terzo Settore un instant book con faq e info utili.

Facebook: un sistema per piantarci nella testa molti semi di idee altrui

di Guido Mastrobuono - 10/03/2015  -  Fonte: Arianna editrice

Apriamo Facebook e scorriamo le notizie che il sito ci mette davanti: non si tratta delle ultime notizie ed, in fondo, non si tratta nemmeno delle notizie più interessanti.

Solo pochi stregoni riescono ad aver ragione del proprio profilo per controllare ciò che scorre davanti ai loro occhi.

In ogni caso, si tratta solo di un istante: le notizie, dopo poco, riprendono a scorrere nell’ordine deciso da Zuckenberg e compagni.

Ci vuole rispetto per le bambine ed i bambini

ATT00031

La protezione della salute dei bambini dagli effetti dell’inquinamento ambientale è una priorità di sanità pubblica” (Epidemiol Prev 2014;38 (2) Suppl); per questo motivo i medici hanno il dovere di pronunciarsi, per tutelare i pazienti ed i cittadini da quello che sta accadendo e che è stato definito un vero e proprio “attacco alla biosfera” o “attacco al creato” perpetrato tramite l’immissione negli ecosistemi di oltre 100000 nuove molecole chimiche, non presenti in Natura fino a 50 anni fa, derivanti per lo più dalla produzione industriale e determinanti il CARICO CHIMICO GLOBALE cui i corpi biologici sono quotidianamente sottoposti. Secondo un rapporto dell’Agenzia Americana di Protezione Ambientale (EPA) si stima che su oltre 3000 composti chimici di natura organica prodotti o importati in quantitativi superiori alle 450 tonnellate, solo per il 7% di essi erano disponibili dati di tossicità generale completi ed esaustivi

(http://www.epa.gov/hpv/pubs/general/hazchem.htm). 

Le parole cambiano i colori

ecoline di Anna Cassarino

Anche noi umani, come le piante e gli animali, comunichiamo attraverso i colori e da loro siamo influenzati.

Che le parole influenzino la percezione dei colori, è la scoperta più sorprendente. Sono stati fatti studi ed esperimenti per provare quanto il linguaggio che usiamo agisca sulla nostra capacità di vederli e distinguerli. Una verifica di grande interesse è stata fatta presso l’etnia degli himba in Namibia, che definiscono il cielo nero, mentre uniscono nella stessa parola l’azzurro e il bianco. Un solo vocabolo vale al tempo stesso per alcuni tipi di verde, il rosso ed il marrone, mentre un altro riunisce diversi toni di verde ed il blu. Un altro ancora definisce insieme il rosso, il blu, il viola ed il verde scuro. Usano più definizioni per ciò che è maggiormente utile, come ad esempio il verde, dato che indica le piante vive, indispensabili per il nutrimento del bestiame. Perciò hanno vari termini a seconda delle sue sfumature.

INQUINAMENTO E TUMORI, MA DAVVERO AMMALARSI E’ SOLO SFORTUNA ?

Articolo tratto dal Fatto Quotidiano vai al sito

Di recente ha trovato ampio spazio sulla stampa italiana e sui media in generale un articolo di due ricercatori pubblicato su una prestigiosa rivista (Science) nel quale si sosteneva che il cancro è dovuto essenzialmente alla sfortuna (“bad luck”). Verrebbe spontaneo rispondere che certamente nascere in prossimità di siti inquinati, essere esposti a pesticidi, emissioni di inceneritori, centrali a carbone, acciaierie o altre amenità è certamente “una sfortuna”, ma non era questo che intendevano gli Autori né tantomeno i media che con grande risalto hanno ripreso la notizia.

Infatti il messaggio arrivato al grande pubblico è che la principale causa del cancro è la casualità, ovvero “la sfortuna” e che pertanto politiche di prevenzione primaria, riduzione dell’inquinamento o idonee scelte di vita, non siano poi più di tanto importanti.

 

La memoria, bene comune dell’umanità

26 gennaio 2015 | Il punto di Labsus Notizie

Coloro che si impegnano per dare peso e senso alla “Giornata della Memoria” sanno che devono fare i conti con spinte di varia origine a favore dell’oblio. A Roma la terza edizione di una cena per raccogliere fondi (promossa da Eataly con l’associazione Terra del Fuoco, che porta ragazzi di scuole italiane a Auschwitz per vedere i campi di sterminio) è stata annullata per mancanza di adesioni. “Forse si preferisce dimenticare” ha detto amaramente il presidente di Terra del Fuoco (Corriere della Sera, 13 gennaio 2015, cronaca di Roma). In realtà negli anni hanno lavorato alla “rimozione” anche inconfessabili scelte politiche: si scopre ora dopo settant’anni un “documentario didattico” sui campi di concentramento, che originariamente avrebbe dovuto “ricordare ai tedeschi quello che volevano non vedere”, richiesto al tempo a un molto motivato Alfred Hitchcock: lavoro che  fu poi abbandonato in un archivio di Londra, per favorire la integrazione anticomunista della Germania nella Guerra Fredda.

Pontecagnano Faiano - dati socio-demografici

 

DATI AGGIORNATI AL 31/12/2013

------------------------------------

Popolazione  1-14 anni  = 3.723

Popolazione 15-25 anni = 3.288

Popolazione 26-50 anni = 9.519

Popolazione 50-65 anni = 4.631

Popolazione oltre 65 anni = 4.100

TOTALE POPOLAZIONE: 25.261

 

Densità (ab.\kmq) = 686,4

 

Immigrati (per 1.000 abitanti) = 56,3%

 

Nuclei familiari: 9.463

 

Reddito complessivo

----------------------

da zero a 10.000 euro = numero contribuenti 6.767

da 10.000 a 15.000 euro = numero contribuenti 2.749

da 15.000 a 26.000 euro = numero contribuenti 3.943

da 26.000 a 55.000 euro = numero contribuenti 1.926

da 55.000 a 75.000 euro = numero contribuenti 132

da 75.000 a 120.000 euro = numero contribuenti 83

oltre 120.00 euro = numero contribuenti 33

 

Parco veicoli

-----------------

Numero auto = 15.099

Pro famiglia = 1,6

 

Pensionati

-------------

Numero pensioni di vecchiaia = 3.041

(importo medio Euro) = 904

Numero pensioni totale = 6.588

(importo medio Euro) = 680

 

Colori e sapori d'autunno al Giardino della Minerva

Giardino della Minerva

Domenica mattina, 23 novembre 

 
Durante la mattinata potrete assistere a dimostrazioni di colorazioni dei tessuti con scarti di lavorazioni vegetali e, per chi volesse pranzare, con preparazioni culinarie a tema.
La partecipazione alle attività dimostrative (colorazione dei tessuti con le piante tintorie) non ha alcun costo. Le attività sono propedeutiche per il corso che si terrà al Giardino prossimamente. Esse hanno, quindi, lo scopo di informare e far appassionare chi vorrà parteciparvi in un secondo momento. Il pranzo ha un costo di 15 - 20 euro, (dipende da cosa si consuma); saranno utilizzate le stesse "materie prime" utilizzate anche per la colorazione (cipolle, noci, castagne, melograni). L'unico costo previsto per la giornata è quello dell'ingresso al Giardino
 
 

#GenerazioneSenzaVoto

 

Diritto di Voto

E' ufficialmente partito il nuovo progetto di ESN Italia relativo al diritto di voto agli studenti erasmus. Il progetto nasce da una situazione legislativa particolare: i cittadini italiani che si trovano temporaneamente in un paese straniero nell’ambito di un programma di mobilità internazionale non possono votare dall’estero in occasione delle elezioni politiche. Questa situazione discrimina gli studenti erasmus cittadini italiani rispetto a coloro che invece, sempre cittadini italiani, risiedono all’estero (a differenza dei primi), e possono, secondo la legge italiana, votare presso le sedi diplomatiche. Attraverso questa iniziativa, che gode del supporto degli enti locali e delle Università, ESN Italia si propone di raccogliere le 50.000 firme necessarie per poter presentare una proposta di legge di iniziativa popolare. Il contenuto della proposta consiste dunque nel permettere agli studenti italiani che si trovano impegnati in un programma di mobilitá studio/tirocinio Erasmus+ di poter esercitare il proprio diritto di voto senza dover necessariamente ritornare nel Paese di residenza. Per coordinare la raccolta delle firme è stato nominato un Responsabile Territoriale per ogni regione e dei Responsabili Locali per ogni comune. Ogni cittadino italiano potrà firmare nel comune italiano nelle cui liste elettorali è iscritto. La raccolta delle firme terminerà a febbraio 2015, quando le liste verranno depositate presso la Corte di Cassazione. Il board di ESN Italia e tutte le sezioni si stanno impegnando profondamente per la riuscita del progetto: è convinzione comune a tutto il network infatti che non sia ammissibile che dei cittadini italiani vengano discriminati e privati della possibilità di esercitare uno dei propri diritti fondamentali a causa della propria partecipazione ad un progetto comunitario incentivato dallo Stato italiano e, che è forse il più importante progetto dell’Unione Europea proprio per la sua capacitá di contribuire alla formazione della futura generazione europea. Il diritto di voto è stata la più grande conquista politica, il suo esercizio è ciò che ci rende non meri abitanti dell’Italia ma cittadini italiani. ESN Italia lavorerà duramente perché la conquista della possibilità di studiare all’estero e l’essere cittadini europei non vadano a pregiudicare i diritti garantiti come cittadini italiani.

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa. Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa.  Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

BATTIPAGLIA DICE NO

BATTIPAGLIA DICE NO

SODALIS CSV SALERNO

SODALIS CSV SALERNO

CSV NET

CSV NET

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU YOUTUBE

SEGUICI SU YOUTUBE
isea-onlus.png
009-5x1000-png.png
isea-onlus---contatti.png
002-logo-png.png

ISEA Onlus - Come passi il tuo tempo

o.png
isea-onlus---note-legali.png
isea-onlus---privacy-policy.png
062---faq.png