Gricignano. Anpana-Oepa, per Prefettura è fuori legge: indebito utilizzo distintivi Polizia

“Indebito utilizzo della definizione POLIZIA, inammissibili i modelli delle divise e dei segni distintivi per manifesta ricercata somiglianza a quelli delle forze di Polizia o delle Polizie Locali – esclusione di qualsiasi competenza sul patrimonio zootecnico” e ancora incompetenza dei Comuni ad attribuire qualifiche di PG ai Volontari.

La Prefettura di Caserta con ordinanza dell’primo febbraio ultimo scorso ha imposto a tutti ai comuni che avessero sottoscritto qualsiasi atto con detta associazione (ivi compreso il Comune di Gricignano) di provvedere immediatamente alle revoca di ogni e qualsiasi atto stipulato con la stessa.

 

Insomma la Prefettura ci è andata giù duro. Ha voluto punire, lanciando un chiaro messaggio, le associazioni di volontariato che in modo del tutto arbitrario fanno utilizzo di divise, palette, simboli ecc troppo simili a quelle delle Forze di Polizia, nonchè l’utilizzo di gradi militari. In effetti, guardando le fotografie dell’Anpana-Oepa la confusione che si può ingenerare nel cittadino medio ha motivo di essere fondata.

Il messaggio è chiarissimo e mira ad annullare tutte quelle organizzazioni “para polizesche” che in realtà sono organizzazioni di volontariato e tentano strenuamente di confondersi o assomigliare alla Polizia. Da fonti attendibili vicine alla Prefettura si apprende che la situazione sia venuta fuori nella zona del Matese dove qualcuno si è insospettito dell’indebito utilizzo del nome Polizia.

Fonte: www.larampa.it

 


Stampa   Email