VALORIZZAZIONE DELLA NATURA E DELL'AMBIENTE

ISEA ONLUS ... VOLONTARI PER PASSIONE

Fonti Energetiche

Lampade a Led nei cimiteri di Capannori, consumi ridotti e riduzione delle emissioni

IL COMUNE SOSTITUISCE LE LUCI VOTIVE DEI CIMITERI CON LAMPADINE A LED. SI PREVEDE UN RISPARMIO ANNUO CHE VA DAI 15 MILA AI 20 MILA EURO
Grazie alla collaborazione di Alerr l’amministrazione dispone di 16 mila luci a led gratuiti. Ciacci :”Ci sarà un risparmio energetico di circa il 70/80% e minori emissioni di CO2 e PM10”

Una stima di risparmio che va  dai 15 mila ai 20 mila euro l’anno. E’ quella che il Comune di Capannori prevede grazie alla sostituzione delle luci votive a incandescenza con lumini a led da 0,3 watt nei 42 cimiteri del territorio comunale.
Grazie alla consulenza di Alerr che opera in sinergia con  alcune Energy Service Companies (Esco) l’amministrazione comunale può disporre di 16 mila lampadine a led gratuite che assicureranno un risparmio energetico  di circa 70/80% rispetto ai consumi attuali.
La sostituzione dei vecchi lumini con quelli di nuova generazione è iniziata al cimitero nuovo di Marlia dove ne sono stati sostituiti un centinaio e proseguirà nelle prossime settimane negli altri camposanti.

Strategia in 10 mosse per efficienza e risparmio di energia

Le “10 tesi” per una roadmap virtuosa attraverso il risparmio e l’efficienza proposte ieri dall’Assemblea programmatica su Efficienza e Risparmio energetico, uno degli appuntamenti preparatori degli Stati Generali della Green Economy: ridurre del 20% i consumi di energia ci farebbe risparmiare 12,8 miliardi di euro all’anno.

Fonte: Qualenergia.it

Grazie a: KyotoClub 

Nuove tecnologie per lo sfruttamento dell’energia solare: si punta con decisione sulla concentrazione

Fonte: ilnordest.info

In Friuli Venezia Giulia le aziende Rhoss e Greenetica collaborano per un nuovo sistema di cogenerazione per concentrazione. Sharp presenta una nuova cella a tripla giunzione per concentratori con efficienza da record

Il futuro dell’energia solare si sta rivolgendo con sempre maggiore impulso verso la concentrazione, ovvero quei sistemi che prevedono l’impiego di una serie di specchi che concentrano la radiazione solare su un gruppo di celle fotovoltaiche ad altissima efficienza che per funzionare necessitano di raffreddamento, con la conseguente produzione congiunta di energia elettrica ed energia termica per la produzione di acqua calda sanitaria e, in certi casi, pure per la climatizzazione d’ambienti. 

Online il Rapporto SRM - SVIMEZ su Energie rinnovabili

Si è svolto a Roma, il 4 luglio al CNEL la presentazione del Rapporto di SRM e SVIMEZ "Energie rinnovabili e territorio. Scenari economici, analisi del territorio e finanza per lo sviluppo". Hanno presentato la ricerca, Massimo Deandreis Direttore Generale SRM, Riccardo Padovani e Adriano Giannola rispettivamente Direttore e Presidente SVIMEZ. E' intervenuto il Sottosegretario all’Economia e alle Finanze, Gianfranco Polillo.

Fotovoltaico: con la cattura degli infrarossi aumenta l’efficienza della tecnologia

Pubblicato il 26 giu 2012 da Simone Muscas - Fonte: Ecoblog

Le migliori celle fotovoltaiche in commercio riescono, come abbiamo visto più volte, a convertire l’energia solare incidente in corrente elettrica nella misura del 17-18%; esistono poi delle celle sperimentali (quelle all’arsenurio di gallio per esempio) capaci di raggiungere percentuali di trasformazione di qualche punto percentuale superiore.

Nessuna tecnologia però si è sinora dimostrata capace di sfruttare per la produzione di energia elettrica la parte dell’infrarosso, che, nella misura del 40%, è “contenuta” nella radiazione solare che quotidianamente arriva sulla terra. Ebbene proprio in questo senso sarebbe in arrivo una novità: una nuova tipologia di celle basata sul carbonio, messa a punto dagli scienziati del MIT (Massachussets Institute of technology), potrebbe infatti permettere di sfruttare l’intero spettro solare, con la possibilità di combinare le nuove celle con le celle tradizionali di silicio.

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa. Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa.  Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

BATTIPAGLIA DICE NO

BATTIPAGLIA DICE NO

SODALIS CSV SALERNO

SODALIS CSV SALERNO

CSV NET

CSV NET

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU YOUTUBE

SEGUICI SU YOUTUBE
isea-onlus.png
009-5x1000-png.png
isea-onlus---contatti.png
002-logo-png.png

ISEA Onlus - Come passi il tuo tempo

o.png
isea-onlus---note-legali.png
isea-onlus---privacy-policy.png
062---faq.png