VALORIZZAZIONE DELLA NATURA E DELL'AMBIENTE

ISEA ONLUS ... VOLONTARI PER PASSIONE

Sicurezza Alimentare

La Bolivia caccia Coca-Cola: dal 21 dicembre la bibita sarà vietata

Il Presidente della Bolivia, Evo Morales, ha annunciato che dal 21 Dicembre 2012, in corrispondenza della "fine" segnata dal calendario Maya, la vendita della bibita statunitense sarà vietata nel paese. Oltre alla forte valenza simbolica, dietro l'operazione c'è una questione di sopravvivenza e di economia: la protezione delle piantagioni di coca e la commercializzazione di prodotti locali simili alla Coca-Cola.

di Andrea Degl'Innocenti - 28 Agosto 2012

Fonte: ilcambiamento

La vendita della Coca-Cola sarà vietata a partire dal 21 Dicembre 2012, ultimo giorno del calendario Maya

5 "falsi cibi" da evitare

Scritto da Marta Albè

Fonte: greenme

Non è necessario giungere a prendere in considerazione la carne creata in laboratorio per rendersi conto di come l'industria degli alimenti monopolizzi da decenni un settore che in un mondo ideale dovrebbe salvaguardare la salute della popolazione mondiale, producendo esclusivamente alimenti benefici.

I "falsi cibi" purtroppo esistono già e molti di noi probabilmente li consumano tuttora, inconsapevoli della loro composizione e dei metodi di produzione impiegati per la loro realizzazione. Vi siete mai chiesti che cosa sia davvero il surimi? O quali ingredienti contengano alimenti come le sottilette? Ecco cinque "falsi cibi" da evitare o almeno limitare. 

California: Monsanto ed i giganti del biotech contro il referendum sulle etichette per gli Ogm

Le multinazionali temono le conseguenze di un'informazione più trasparente

Le più grandi compagni dell'agribusiness e del biotech Usa stanno investendo milioni di dollari in California per fermare la prima iniziativa per imporre etichette speciali sugli alimenti che contengono ingredienti geneticamente modificati. Giganti come Monsanto, Dupont Pioneer e Cargill hanno investito quasi 25 milioni di dollari per far fallire il referendum propositivo che si terrà in California a novembre, insieme alle elezioni presidenziali Usa: si tratta di una somma che è quasi 10 volte quella raccolta dal fronte anti-Ogm che ha proposto il referendum, e che chiede una maggiore attenzione per la salute dei consumatori californiani, che devono essere più informati su quello che mangiano.

Come utilizzare e conservare al meglio la frutta e la verdura matura

Gettare il cibo nella spazzatura in tempi di crisi rappresenta un vero e proprio spreco. Ma come comportarsi se per una ragione o per l'altra ci si ritrova ad avere a disposizione un quantitativo inaspettato di frutta o di verdura che sta per superare il punto ideale di maturazione?

Può darsi che possediate un orto molto produttivo, che dei vostri vicini o amici vi abbiano donato della frutta di loro produzione o che abbiate approfittato degli sconti sulla frutta e sulla verdura già molto matura al mercato o al supermercato. Oltre alla possibilità piuttosto ovvia di congelare ciò che si può (sempre a patto di avere spazio sufficiente a disposizione nel freezer), ecco alcune alternative possibili. 

Siccità 2012: quali cibi comprare e quali cibi conservare per l'autunno

Come scrivevo ieri la Siccità 2012 è globale e sta interessando sopratutto gli Stati Uniti, parte dell’Asia il Nord Africa lo Yemen e l’ Europa. Francia, Spagna, Regno Unito, Portogallo e noi stiamo registrando serie perdite agricole. In Italia Mario Catania, ministro all’Agricoltura ha avviato le procedure per richiedere lo stato di Calamità naturale e CIA fa il conto delle colture perse, pari a circa mezzo miliardo di euro in cui include anche noci, castagne, funghi e tartufi a causa del secco agosto: La siccità prolungata ha già bruciato oltre mezzo miliardo di produzione agricola con la perdita del 45 per cento dei raccolti di soia e del 30 per cento di quelli di mais, senza contare la situazione critica per il pomodoro in Capitanata e per la barbabietola da zucchero in Veneto ed Emilia (entrambi -50 per cento) e la vendemmia 2012 a rischio con cali stimati fino al 15 per cento in Puglia, Toscana e Veneto.

Se il caldo ti uccide combattilo mangiando

 
Caldo, caldo, caldo. Per la gioia dei pochi estimatori dell’afa e i tanti che d’improvviso soffrono di spossatezza e dipendenza da condizionatore, l’estate da qualche giorno sta dando il “meglio” di sé come ci ricordano i gradi Celsius sulle colonnine. E dalle ultime previsioni sembra il picco debba ancora arrivare, e a breve.

Premesso che a questo punto rimpiangere le – un tempo disprezzate – fredde giornate invernali non serve a nulla, qualche consiglio su come combattere i “sintomi da riscaldamento” ce lo fornisce il saggio ministero della Salute con il decalogo E…state Ok con la nutrizione.

Il mais

l mais contiene vitamine del gruppo A e B, fosforo,sodio, ferro e calcio, quindi va bene quando si vuole una mente e memoria più fresca e reattiva come anche quando si vogliono rimineralizzare le ossa, è un ottimo energetico, quindi adatto a chi si deve ristabilire dopo una fatica o una degenza.

Consumi alimentari, è tempo di scegliere nuovi stili

La recessione economica sta mettendo in crisi le attuali abitudini di consumo. Si profila quindi una scelta fra due opzioni: discount e cibo low cost oppure prodotti locali, stagionali, acquistati direttamente dai produttori. Questi ultimi spesso hanno prezzi più alti del cibo spazzatura, ma ci fanno risparmiare in termini di spese sanitarie.

di Francesco Bevilacqua - 10 Luglio 2012


Gli ultimi dati forniti dall’Istat in merito ai consumi alimentari mettono in luce grandi mutamenti nelle abitudini degli italiani

Gli ultimi dati forniti dall’Istat in merito ai consumi alimentari mettono in luce grandi mutamenti nelle abitudini degli italiani. Secondo un rapporto elaborato da Coldiretti, la loro flessione media è pari all’1,5% circa. L’organizzazione degli imprenditori agricoli ha fornito un quadro molto dettagliato, analizzando voce per voce la spesa degli italiani e interpretando i risultati ottenuti. 

Finalmente un’etichetta europea per i prodotti biologici

 Il logo che vedete  – una foglia formata da 12 stelle bianche e da una stella cometa su uno sfondo verde – è dal 1 luglio 2012 un grosso ausilio per riconoscere le confezioni degli alimenti biologici: si tratta di un’etichetta comunitaria obbligatoria su tutte le confezioni di tali prodotti (ricordiamo che, per essere “bio”, un prodotto deve contenere almeno il 95% di ingredienti provenienti da colture non trattate con concimi chimici, fertilizzanti e pesticidi). Il logo in questione resta facoltativo sui prodotti non confezionati; il vino biologico inizierà a essere marcato dopo la prossima vendemmia.

SALVIAMO LA TERRA - PIANTIAMO UN ALBERO

SALVIAMO LA TERRA - PIANTIAMO UN ALBERO

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa. Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa.  Il secondo momento migliore è adesso. (Confucio)

BATTIPAGLIA DICE NO

BATTIPAGLIA DICE NO

PREVENIRE I CAMBIAMENTI CLIMATICI

PREVENIRE I CAMBIAMENTI CLIMATICI

SODALIS CSV SALERNO

SODALIS CSV SALERNO

CSV NET

CSV NET

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU YOUTUBE

SEGUICI SU YOUTUBE
isea-onlus.png
089---spot.png
isea-onlus---contatti.png
091---5x1000-2020.png
002-logo-png.png

ISEA Onlus - Come passi il tuo tempo

o.png
isea-onlus---note-legali.png
isea-onlus---privacy-policy.png
062---faq.png